15.8 Sommario


Sommario
  La voce passiva esiste in tutti i tempi, ma non viene quasi mai utilizzata nei tempi continui.
  Si forma la voce passiva con la forma di to be che corrisponde e il participio II.
  Se il verbo ha un oggetto diretto e un oggetto indiretto, l' oggetto diretto, così come quello indiretto possono trasformarsi nel soggetto della frase passiva.
  Con i verbi che presentano gli avvenimenti come qualche cosa di raccontato (dire, raccontare etc.) o pensato (credere, pensare, avere paura di etc.) si può ricorrere a un passivo impersonale il cui soggetto è it.
  Ci sono dei verbi che sono strettamente legati a una preposizione. L'oggetto al quale si riferisce questa preposizione può diventare il soggetto della frase se la si trasforma passiva. La preposizione si trova in questo caso alla fine della frase.
  Per quanto riguarda la forma, l' inglese non distingue tra la voce passiva che descrive un processo e la voce passiva che descrive il risultato di un processo.
  Se si vuole distinguere tra il risultato di un processo (uno stato) e un processo, si può utilizzare il verbo to get + participio II, ma questa costruzione appartiene piuttosto alla lingua parlata.
  In inglese non si conosce un soggetto impersonale propiamente detto, ma si può utilizzare you, they, one o someone se l'esecutore dell' azione è sconosciuto, senza importanza o non lo si vuole nominare.





contatto informazione legale consenso al trattamento dei dati personali